.
Annunci online

Il blog di Fiorello Gramillano - Candidato a Sindaco del CentroSinistra di Ancona
2 giugno 2009
INTERVENTO ALL'INCONTRO CON LUIGI DE MAGISTRIS


Noi abbiamo fatto una scelta comune: quella di portare in politica la nostra storia di professionisti. Sicuramente due professioni molto diverse ma sempre al servizio del bene pubblico. La mia vita di preside mi ha fatto conoscere ed apprezzare il mondo del futuro. Quei giovani sui quali ho voluto e continuo a voler investire anche in questa scelta di dedicarmi alla politica.

Forse, anche tu in campagna elettorale, hai avuto le stesse mie sensazioni. Da un lato, l'entusiasmo nel contatto con le persone che ci chiedono un impegno serio e un ascolto vero. Dall'altro, la necessità di ricostruire un rapporto fiduciario tra politica e cittadini.

Ancona è una città tutto sommato fortunata, una realtà che deve ripartire da un momento di difficile ma che ha tutte le potenzialità per poterlo fare. Qui, più che di problemi di sicurezza, si può parlare di percezione della sicurezza, più che di criminalità si può parlare di vandalismi o episodi di microcriminalità. Ma anche queste sono voci da ascoltare.

Anche ad Ancona si deve poter parlare di applicazioni delle regole e certezza della legalità. Noi sappiamo di poter contare su un ottimo lavoro delle Forze dell'ordine che sanno farsi sentire vicino ai cittadini, senza scorciatoie qualunquiste come le ronde.

In questa città, la tranquillità è sinonimo di convivenza e quindi di integrazione perché, per storia e cultura, siamo stati sempre capaci di parlare anche con chi non sapeva la nostra lingua. Anzi, gliela abbiamo insegnata, e continuiamo a farlo, per far sì che diventi davvero un nostro concittadino. Noi crediamo in regole certe e opportunità per chiunque vuole impegnarsi e diventare cellula della società civile.

Ora dobbiamo fare un passo ulteriore nella pubblica amministrazione che vogliamo trasparente ed efficiente, vero motore per la città dove ogni cittadino trova risposte, sostegno e soluzioni. Un Comune dove ognuno possa sentire che si stia davvero lavorando per lui nel migliore dei modi e dove gli stessi dipendenti siano fieri dell'opera che svolgono.

Ho ascoltato tante voci in questi giorni di campagna elettorale e tanti problemi ai quali dobbiamo trovare risposte serie e concrete. Senza spot, veline o proclami ad effetto che dimostrano soltanto scarso rispetto verso l'intelligenza di chi ascolta.

A te il compito di diventare uno dei nostri riferimenti in Europa e, stai pur certo, che, da Sindaco, verrò a cercarti tutte le volte che vedrò nel tuo impegno la possibilità di trovare risposte anche per la nostra città.




permalink | inviato da fiogra il 2/6/2009 alle 23:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 giugno 2009
A cena con Fiorello




permalink | inviato da fiogra il 2/6/2009 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 giugno 2009
INTERVENTO ALL'INCONTRO CON L'ON. PIERLUIGI BERSANI
 

La crisi chiede agli Enti locali di fornire informazioni chiare e veloci. Un Comune come quello di Ancona deve avere uno sportello ad hoc dove cittadini e imprenditori possono trovare tutte le informazioni sulle azioni per fronteggiare la crisi.

Quelle messe in campo dalla Regione, come la facilitazione per l'accesso al credito, e dalla Provincia di Ancona con i 900.000 euro a fondo perduto per il sostegno alla creazione di nuove imprese e i fondi per la formazione e le borse lavoro.

Il problema ora è accompagnare e sostenere i cittadini con informazioni che siano semplici, immediate e puntuali. E' importante che il cittadino non si senta solo.

Altra priorità sarà aprire un tavolo permanente di concertazione in collaborazione con la Camera di Commercio e Provincia che dia piena attuazione a tutte le previsioni fornite dal piano generale di sviluppo, sostenendo i progetti più qualificati capaci di attrarre nuovi flussi turistici. Progetti che, oltre alla ricerca e all'innovazione, possono essere realizzati anche attraverso un rapporto stretto con la Università politecnica delle marche.
Bisogna aiutare la ripresa e soprattutto le piccole medie imprese con l'accesso al credito utilizzando i fondi di garanzia costituiti dagli Enti con la Camera di Commercio, anche per gli artigiani ed i commercianti. Un ulteriore aiuto può arrivare con l'accompagnamento al credito agevolato coloro che vorranno investire per lo sviluppo delle energie rinnovabili: fotovoltaico e solare termico.
Intanto, da subito, il Comune deve cominciare a pagare i suoi fornitori entro i 90 giorni stabiliti per legge e cambiare il prima possibile il regolamento sugli appalti che devono diventare ad offerta economica più vantaggiosa, non più al massimo ribasso. Un sistema che aiuta la qualità delle prestazioni e dei servizi, quindi aiuta le imprese locali ad essere più competitive.

Il porto di Ancona, i suoi cittadini e il tessuto sociale sono già pronti ad iniziative che contribuiscano a rafforzare l'identità della città per renderla competitiva non solo in fatto di merci ma anche di turismo. Il Welcome to Ancona o la stagione culturale sviluppata col festival adriaticomediterraneo sono iniziative che portano e possono continuare a portare sviluppi importanti per tutta la città.

Perché la cultura, insieme ad un ambiente tutelato come il nostro, sono risorse vitali per tutti noi, danno forza e prestigio alla città e rappresentano un contributo concreto allo sviluppo economico.
Ancona capoluogo di provincia e di regione svilupperà tutte le politiche necessarie affinché diventi davvero il centro dell'azione amministrativa a cominciare dalle politiche di copianificazione.

Bisogna lavorare ad un nuovo modello che guardi sicuramente allo sviluppo della città ma lo si deve fare guardando ad una area più vasta che terrà conto dei Comuni vicini e della comunità ben più ampia al cui servizio saranno messe le nuove opere pubbliche: l'uscita dal porto, il raddoppio alla variante della Ss16, nuovi parcheggi per facilitare l'accesso agli Enti che il capoluogo ospita e la definizione dell'uso dei contenitori più importanti della città.

Insomma opere pubbliche non solo per la città ma che daranno forza e prestigio a tutta il territorio. Un contributo concreto allo sviluppo economico che ci farà anche trovare pronti e reattivi alla ripresa.




permalink | inviato da fiogra il 2/6/2009 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 giugno 2009
Continuano gli incontri con i cittadini della Seconda Ancona
 

Due appuntamenti molto partecipati quelli che hanno visto protagonisti il candidato a sindaco del CentroSinistra, Fiorello Gramillano, accompagnato dal candidato alla II Circoscrizione ed ex presidente Stefano Foresi, nella zona del Piano e della Palombella.

Il primo con la comunità bengalese che ha riempito la sala dei Salesiani dove c'è stato un confronto sulle loro necessità e le future collaborazioni. “Hanno chiesto di poter contare ancora sul centro d'ascolto – ha spiegato Stefano Foresi – e sui corsi di lingua italiana appena conclusi per l'anno in corso. Molto apprezzate anche le lezioni, organizzate in collaborazione con il Consolato, per i loro bambini nati in Italia. Ore di scuola dove possono imparare la loro lingua di origine e la loro storia così da non perdere il valore delle radici che tanto significa anche per l'integrazione”.

Ieri pomeriggio poi, è stata la volta della Palombella, dove, presente anche la senatrice Marina Magistrelli, sono stati aggiornati sui nuovi progetti, i tanti abitanti della zona intervenuti. Demolizione e costruzione in corso per le case, dietro al bar del Disco, di Edilizia residenziale pubblica, le aree verdi e il campo polivalente dell'ex Sparaco, le riqualificazioni dell'ex Dreher e dell'ex Lancia ed ex Angelini sono state le principali tematiche affrontate e sulle quali sono stati richiesti gli aggiornamenti sullo stato dei lavori. Molte le domande anche rispetto alla nuova uscita Ovest ed al collegamento previsto tra la Palombella e la Zipa.




permalink | inviato da fiogra il 2/6/2009 alle 12:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 giugno 2009
Frana di Ancona, completiamo il lavoro iniziato

Le problematiche delle famiglie che abitano nella zona della frana sono ancora importanti. Per questo vale la pena di prendere impegni seri e credibili che possono essere portati avanti.

  1. Concerteremo con la Regione Marche una soluzione progettuale che consenta la convivenza con il fenomeno calamitoso attraverso sia un controllo monitorato preventivo sia con un evidente riduzione del rischio. Quindi una soluzione che preveda la realizzazione di setti drenanti profondi al piede della frana verso Torrette con l'installazione di un sistema di monitoraggio anche a mare.
  2. Istituzione di un nuovo Servizio interno al Comune costituito dal Centro Geologico e di Difesa del Territorio che dia il supporto tecnico scientifico alla progettazione e all'analisi di problematiche geologiche dell'intero territorio comunale con particolare attenzione alla zona dell'area in frana. Dipenderà direttamente dal Sindaco e dovrà operare in stretta collaborazione anche con la Protezione Civile della Regione Marche e con i Comuni limitrofi dell'Area Vasta. I Compiti del Centro saranno:

- gestire e controllare la rete di monitoraggio già in funzione per l'area in Frana

- costituire un archivio geologico informatizzato

- creare l'archivio storico della grande Frana di Ancona

- eseguire relazioni geologiche per i servizi tecnici comunali, riducendo così incarichi e consulenze esterne

- progettare risanamenti e consolidamenti su falesie o zone in pericolo di crollo o soggette a dissesto geologico

- coordinare l'unità di Protezione Civile comunale e affiancarla in caso di eventuali emergenze.

  1. Per le 60 famiglie che abitano all'interno del perimetro della Frana ancora in regime di ordinanza di sgombero vigente, l'impegno ora è quello di snellire le procedure per il rilascio dell'Abitabilità temporanea delle loro abitazioni.
  2. Nei quartieri di Posatora e di Torrette, si amplierà il monitoraggio in tempo reale anche alle zone sicure ma confinanti con il perimetro della stessa area in Frana.
  3. Recupero e riutilizzo dei fabbricati esistenti di proprietà comunale da destinare a fini sociali.
  4. Programmazione ed esecuzione della manutenzione su tutte le opere già eseguite.



permalink | inviato da fiogra il 1/6/2009 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 giugno 2009
Spot esteso Fiorello Gramillano
Lo spot esteso di Fiorello Gramillano è scaricabile in versione video e audio ai seguenti link:

http://www.megaupload.com/?d=CB11KCSU (link spot esteso video)

http://www.megaupload.com/?d=KRUQVGX2 (link spot esteso audio)

I file (video e audio) contengono sia lo spot esteso (fino 2.32 min) che lo spot breve (da 2.39 fino alla fine). Il video sarà inoltre fruibile dal canale YouTube di Fiorello e dal suo gruppo di sostegno su Facebook.




permalink | inviato da fiogra il 1/6/2009 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
<<  1 | 2 | 3  >>

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

partito democratico

Vuoi scrivere sul blog?
Inviaci una mail a
 
campagnagramillano@yahoo.it

Vuoi segnalarci la tua
idea per la città?
Inviaci una mail a
campagnagramillano@yahoo.it




IL CANNOCCHIALE